Rotabili Italiani

Effettua l'accesso o una nuova registrazione.

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.
Ricerca avanzata  

News:

Pubblicazioni del 10/06: il pack repaint G2000 di Pdales.

Autore Topic: Open Rails  (Letto 331 volte)

Alex656

  • Admin
  • Utente storico
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 1.259
    • Mostra profilo
Open Rails
« il: 09 Gennaio 2019 - 16:27:35 »

Durante queste vacanze natalizie ho ripreso un pò TSW e mi son goduto un pò di cosette che non avevo mai avuto il tempo di apprezzare; come effetto mi è venuta voglia di provare Open Rails; no, non sono impazzito  :asd
Mi è venuta voglia di ripercorrere la mia passione dall'inizio, rivedere come è nato tutto e rivisitare le vecchie glorie di MSTS; L'installazione di Open Rails è facile e veloce; ho deciso di installare questo simulatore perchè permette di riutilizzare il vecchio materiale adattandolo senza problemi ai monitor full hd ed al formato 16:9; ricordo che MSTS nasce per i monitor crt e il formato 4:3. Va considerato inoltre che il simulatore di Microsoft non funziona su windows 10, mentre Open Rails sì. Fin da subito ho notato una grande versatilità, si possono personalizzare tutti i comandi da tastiera, la risoluzione e tanti utili parametri tra cui l'inclinazione in curva; questo aspetto in particolare mi ha davvero colpito; su routes create 15 anni fa è incredibile vedere l'inclinazione in curva completamente automatica. Altro aspetto notevole, che però non ho ancora provato, è il multiplayer. I programmatori hanno fatto un lavoro notevole ed è da apprezzare totalmente il fatto che sia "OPEN".
In buona sostanza questo simulatore non permette soltanto di riutilizzare il vecchio materiale ma apporta anche dei sostanziali miglioramenti; è possibile utilizzare anche cabine 3D; la presenza di MSTS non è obbligatoria, io mi sono limitato a copiare l'intera cartella di MSTS dal vecchio pc includendola tra i percorsi letti da open rails. Certo, non aspettatevi miracoli, la grafica di base è quella di MSTS, ora non so se siano poi stati creati nuovi contenuti appositi che permettono di superare i vecchi limiti ma a me interessava soprattutto avere la possibilità di rendere nuovamente fruibile il vecchio materiale. Fin dal primo avvio la mia nostalgia è stata ripagata, quasi quasi ci scappava una lacrimuccia rivedendo i primi lavori, le prime activity, tantissimi ricordi mi sono tornati in mente; rivedere anche le care vecchie 444r, le 424 e tanti altri progetti mai pubblicati; ora sul mio desktop ci sono le icone vicine per lanciare i 3 simulatori.
Diciamo anche che è uscito Trainz 2019: https://store.steampowered.com/app/553520/Trainz_Railroad_Simulator_2019/
Anche se c'è chi si schiera difendendo a spada tratta un solo simulatore, io credo che mai come in questo momento un vero appassionato di simfer possa godere della propria passione con un'enorme possibilità di scelta, fino a qualche anno fa impensabile; questo grazie al lavoro impagabile di persone volenterose che hanno messo a disposizione un ottimo progetto come open rails ma anche grazie al lavoro di DTG che, amiamola o odiamiola, ha preso un lavoro incompleto chiamato Rail Simulator, l'ha portato su steam quando in pochissimi gli davano credito e l'ha portato a quello che oggi è TS2019; i proventi hanno permesso anche di creare quella che dovrebbe essere la prossima generazione con TSW ed il motore grafico UE4. Bene che ci sia anche una visione differente come quella di Trainz che ora viene portata avanti da una software house che non conosco, so che una volta si chiamava Auran, ora N3V Games?
Concludo consigliando l'installazione di Open Rails a tutti i "vecchietti" che hanno voglia di una rimpatriata o comunque di dare un'occhiata a quest'ottima realizzazione che non avevo mai avuto tempo di sperimentare prima.
« Ultima modifica: 09 Gennaio 2019 - 16:33:25 da Alex656 »
Connesso
Alessandro Galimi

e636

  • Utente anziano
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 329
    • Mostra profilo
Re:Open Rails
« Risposta #1 il: 09 Gennaio 2019 - 20:11:47 »

Alessandro, condivido cio' che hai scritto, io ho scoperto la simfer tanti anni fa' con Trainz ( che uso anche ora).
Sul mio pc convivono in pace OR , TS19 , Trainz 2012 e Tane e presto anche Trainz 19.


Connesso
Tiziano Brandinali

Littorino

  • Admin
  • Utente storico
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 3.431
  • Router e Scenarista RI Gestore Area Download
    • Mostra profilo
Re:Open Rails
« Risposta #2 il: 09 Gennaio 2019 - 22:31:02 »

Alex, per me apri una porta già spalancata: iniziai con MSTS già nel lontano 2001 giusto per scoprire il piacere di viaggiare senza mai farne lo sviluppatore o creare tratte, ho imparato l'AE giusto per fare numerose activity ma per uso puramente personale, qualche anno fa detti via il CD ma ho tenuto i files originali che ora ho potuto riutilizzare con OR che installato da un annetto. Come te ho constatato una piacevole sorpresa come la compatibilità con Win10, l'eccezionale fluidità di gioco, l'inclinazione ma anche gli scossoni sugli scambi, il tutto unito da un vastissimo assortimento di materiale italiano quasi totalmente free, al momento lo uso ogni tanto per ripercorrere le vecchie mie activity ma non escludo di farci qualcosa di nuovo (a tempo molto perso si intende.  :asd).
E' disarmante constatare che mentre RW si è praticamente fermato come sviluppo, OR cresce correggendo man mano i vari bug (lo provai qualche anno prima ed era veramente terribile come funzionamento  :muro) grazie alla sua formula open, insomma una valida alternativa ai simulatori che già conosciamo.
Connesso
-Marco Paterna-
E' meglio dare l'impressione di essere stupidi stando zitti piuttosto che aprir bocca e fugare ogni dubbio. (MdG)
-Nei miei lavori non si fa uso di materiale pay-

Le mie foto su Flickr: http://www.flickr.com/photos/marco_paterna/